19 gen 2024

PLASTICA, S&P GLOBAL: 2024 ANNO CRUCIALE PER LA SOSTENIBILITÀ, PLASTICFINDER PARTNER IDEALE

Nel panorama delle sfide ambientali e sociali, il 2024 si prospetta come un anno cruciale per il dibattito sulla sostenibilità: lo dice S&P Global nel rapporto intitolato S&P Global: Key 2024 Sustainable Trends Driving the Year Ahead, ripreso dall'agenzia stampa italiana Adnkronos. Sette le tendenze chiave identificate per quest'anno: prioritaria la sostenibilità, dove le aziende saranno chiamate a rispondere alle sfide ambientali e sociali in modo più proattivo. La necessità di adattamento e resilienza, insieme alla gestione efficace degli impatti sulla salute umana e la transizione verso pratiche più sostenibili, definiranno il successo delle imprese in un mondo in rapida evoluzione. Il rapporto di S&P Global sottolinea la necessità di un approccio proattivo e integrato per affrontare i rischi climatici, evidenziando come la mancanza di piani di adattamento potrebbe tradursi non solo in perdite finanziarie aziendali, ma anche in impatti socio-economici su scala globale.

 

ANNO 2024 CRUCIALE PER IMATTI DE CAMBIAMENTI CLIMATICI

Il 2024 si prospetta come un anno cruciale in cui i costi economici e finanziari derivanti dagli impatti negativi dei cambiamenti climatici sulla salute umana guadagneranno una maggiore attenzione da parte di governi e aziende. Il focus crescente su questa tematica è stato ufficialmente sancito dalla "Dichiarazione di salute e cambiamenti climatici" adottata dai leader globali alla COP28 delle Nazioni Unite nel dicembre 2023. Questa dichiarazione ha visto l'impegno concreto di costruire sistemi sanitari resilienti al clima e migliorare la ricerca, accompagnato da un significativo contributo finanziario iniziale di un miliardo di dollari da parte di governi, banche multilaterali di sviluppo e filantropie private.

 

CSRD E TANTE ALTRE NOVITÀ SUI TEMI DELLA SOSTENIBILITÀ

La segnalazione sui temi della sostenibilità dei materiali nella catena del valore si preannuncia come un compito impegnativo per le imprese nel 2024. Gli impatti di sostenibilità delle aziende spesso derivano dalle loro attività sia a monte che a valle, oltre alle operazioni dirette. Con l'entrata in vigore della EU Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) nel 2024, l'introduzione dei primi standard dell'International Sustainability Standards Board (IFRS S1 e S2) e l'approvazione della Corporate Sustainability Due Diligence Directive (CSDDD) diventa più chiara l'estensione delle responsabilità delle aziende in Europa e oltre per misurare, gestire e riferire sui loro impatti sulla catena del valore. La CSRD e la CSDDD, applicandosi anche alle imprese non europee con attività significative nell'UE, pongono sfide significative. A partire dal 2024, le aziende saranno chiamate ad affrontare le difficoltà pratiche nel soddisfare questi requisiti.

 

CRESCITA DEGLI INVESTIMENTI SULL'ECONOMIA CIRCOLARE: PLASTICFINDER PARTNER IDEALE

L'anno 2024 potrebbe assistere alla conclusione di un trattato globale per porre fine all'inquinamento da plastica, rappresentando un passo significativo nel gestire l'intero ciclo di vita delle materie plastiche, dalla produzione alla progettazione fino allo smaltimento. Iniziative precedenti, come il New Plastics Economy Global Commitment, hanno cercato di contenere l'inquinamento da plastica, ma il trattato proposto, se ratificato, segnerebbe il primo sforzo internazionale legalmente vincolante. L'attuazione di questo trattato potrebbe catalizzare maggiori investimenti in un'economia circolare per la plastica, dove i prodotti e i materiali sono progettati per il riutilizzo e il riciclaggio, rispondendo al bisogno stimato di circa 65 miliardi di dollari all'anno fino al 2040: è la strada intrapresa da PlasticFinder che si propone come il partner ideale per l'offerta e vendita della plastica riciclata.

 

LOTTA ALL'INQUINAMENTO DELLA PLASTICA MONOUSO

Settori chiave come prodotti di consumo, petrolchimici e gestione dei rifiuti urbani sono destinati a guidare questi sforzi, data la loro rilevanza nella catena del valore della plastica. Tuttavia, si prevede che ci sia ancora molto lavoro da fare prima che l'economia circolare della plastica diventi pienamente scalabile. I ricercatori stimano che l'inquinamento da plastica marino contribuisca a una riduzione dell'1% al 5% dei servizi ecosistemici, generando perdite annuali globali fino a 2,5 trilioni di dollari. Nel tentativo di affrontare questa crescente problematica, diverse regolamentazioni sono state introdotte. Nel 2023, l'Unione Europea ha accettato di limitare l'uso di materie plastiche monouso e ha raggiunto un accordo provvisorio per migliorare le esigenze di progettazione ecocompatibile. Le Filippine hanno iniziato ad applicare la loro legge sulla responsabilità estesa del produttore, mentre negli Stati Uniti legislatori hanno reintrodotto una legge federale sull'inquinamento da plastica, e diversi stati hanno proposto legislazioni sull'estensione della responsabilità del produttore per l'imballaggio. Per il 2024, si prevede che l'emissione di obbligazioni globali verdi, sociali, di sostenibilità e legate alla sostenibilità (GSSSB) continuerà a crescere in modo modesto, con un focus predominante sull'emissione di obbligazioni verdi. Questa crescita si verificherà in un contesto di difficoltà per i mutuatari di tutte le classi di attività, caratterizzato da condizioni di finanziamento più severe e condizioni economiche più deboli.



Numero visualizzazioni:66

 

Articoli che potrebbero interessarti

02 mar 2024

OCSE, TRENITALIA E CONSIGLIO UE SU GREENWASHING: NOTIZIE SOSTENIBILI

Ocse, Trenitalia e Consiglio Ue su greenwashing: leggiamo le notizie sostenibili della settimana selezionate da PlasticFinder. OCSE: IL PROBLEMA NON È LA PLASTICA, MA IL CICLO DI VITA DEI PRODOTTI L'Ocse ha sgombrato il campo nel rapporto "Global Plastics Outlook 2022": il vero problema non è tanto la plastica in sé, ma la gestione critica dei prodotti durante il loro ciclo di vita, in particolare nella fase del post consumo. Lo dice Vito de Ceglia sul supplemento A&F di Repubblica: «Il mondo...
Continua >

In primo piano

ABS - ABSXP

Grigio scuro

0,95 €/Kg

POM - POM MFI 9 NATURAL

Naturale / Neutro

1,69 €/Kg

PA6-GF30 - Durethan BKV 30 H2.0

Nero

2,20 €/Kg

PA66 - DURETHAN AKV35LTH3

Nero

2,25 €/Kg

PA66-GF30 - Durethan AKV 30 H3.0

Ambra

1,65 €/Kg

PS - Styrolution PS 124N

Trasparente

1,15 €/Kg

VENDI ANCHE TU ONLINE

Con PlasticFinder l'inserzione è anonima, gratuita e vieni pagato in anticipo per i prodotti venduti.

INZIA SUBITO!