[ { "id":"863005", "category":"", "title":"VERSALIS & ECOPLASTIC, PLASTIC TAX, MICHELIN BILANCIO SOSTENIBILITÀ, BARCA RICICLABILE", "description":"<p>Plastica news della settimana, <strong>dal 20 al 24 settembre 2021</strong>. Scopriamole insieme per tenerci aggiornati sul <strong>mercato della plastica</strong>.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>VERSALIS ACQUISISCE GLI IMPIANTI ECOPLASTIC: NASCE POLO PER RICICLO MECCANICO DEI POLIMERI STIRENICI</h2> <p>Nuovo polo industriale per il&nbsp;<strong>riciclo meccanico avanzato dei polimeri stirenici&nbsp;</strong>a Porto Marghera. La rigenerazione delle materie plastiche fa passi avanti con l'acquisizione da parte di&nbsp;<strong>Versalis</strong>&nbsp;della tecnologia e degli impianti di&nbsp;<strong>Ecoplastic</strong>, società del gruppo De Berg.&nbsp; «Il riciclo delle plastiche è una delle leve fondamentali per accelerare la trasformazione di&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/solo-un-azienda-italiana-tra-le-top100-dell-industria-chimica-su-cosa-puntare-per-fare-meglio-\">Versalis</a>&nbsp;attraverso&nbsp;<strong>modelli circolari</strong>&nbsp;- spiega&nbsp;<strong>Adriano Alfani</strong>, amministratore delegato della&nbsp;<a href=\"https://versalis.eni.com/irj/portal/anonymous?guest_user=anon_it&amp;title=Versalis%20acquisisce%20tecnologie%20e%20impianti%20per%20il%20nuovo%20polo%20di%20riciclo%20meccanico%20a%20Porto%20Marghera&amp;link=/versalis/Contenuti%20Versalis/IT/Comunicati%20Stampa/905f762e-10f9-3910-deb2-b560d220a5f4.xml&amp;NavigationTarget=ROLES://portal_content/z_eni_ve_fl_versalis/z_eni_ve_fl_roles/z_eni_ve_rl_gues_versalis/z_eni_ve_pg_dettaglio_comunicati_stampa\">società</a>&nbsp;- e si inserisce nell'ambito della più ampia strategia di Eni per la transizione energetica, in cui l'economia circolare è uno dei pilastri».&nbsp; L'accordo prevede l'installazione, dal prossimo anno, degli impianti acquisiti da Ecoplastic per la produzione di polimeri stirenici ottenuti totalmente da materia prima da riciclo e già selezionata e pretrattata. La capacità iniziale del nuovo polo sarà di circa&nbsp;<strong>20mila tonnellate annue</strong>. I materiali troveranno applicazione soprattutto nel&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/packaging-verso-l-obbligo-del-30-di-contenuto-riciclato-\"><strong>packaging&nbsp;</strong></a>e nell'<strong>edilizia</strong>. Complimenti e buon lavoro da&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastica-protagonista-a-equiplast-plasticfinder-vola-a-barcellona-con-interpolimeri\">PlasticFinder</a>.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>MENO 100 ALLA PLASTIC TAX, C'È UN MINISTRO CHE DICE NO: PRIMA LA POLITICA FACCIA LA SUA PARTE</h2> <p>Mancano&nbsp;<strong>poco più di 100 giorni&nbsp;</strong>all'ingresso della&nbsp;<strong>Plastic&nbsp;Tax</strong>&nbsp;in Italia, il nuovo balzello che porterebbe nelle casse dello Stato 450 euro per ogni tonnellata di manufatti in plastica prodotti. Come si sa, a nutrire perplessità sull'efficacia di questa ulteriore tassa&nbsp;(e sull'opportunità di introdurla adesso)&nbsp;sono in tanti. Una voce che&nbsp;<strong>merita un'attenzione particolare</strong>&nbsp;è quella del ministro delle Politiche Agricole,<strong>&nbsp;Stefano Patuanelli</strong>, che a Firenze, nel corso della conferenza stampa di chiusura dei lavori del G20 dell'agricoltura, ha detto: «Ritengo giusto – si legge su&nbsp;<em>Aska News</em>&nbsp;–&nbsp;<strong>prorogare nuovamente</strong>&nbsp;l'entrata in vigore della Sugar tax e della Plastic tax perchè&nbsp;<strong>noi non abbiamo messo in campo politiche pubbliche&nbsp;</strong>di accompagnamento a questo cambiamento».</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLASTIC TAX: TANTE VOCI E TANTI DUBBI. MA ALLE IMPRESE ORA SERVE CHIAREZZA</h2> <p>Di plastic tax abbiamo parlato spesso, sottolineando le voci (tante) che in questi mesi hanno alimentato dubbi sulla piena efficacia di una tassa sulla plastica. Spingere su&nbsp;<strong>incentivi che favoriscano ricerca e innovazione</strong>&nbsp;piuttosto che gravare sulle imprese con un'ulteriore imposta la visione che, fin dall'inizio, noi di PlasticFinder sosteniamo.&nbsp; Sulla stessa linea anche&nbsp;<strong>Coldiretti</strong>. «L'obiettivo di riduzione della&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastica-protagonista-a-equiplast-plasticfinder-vola-a-barcellona-con-interpolimeri\">plastica</a>&nbsp;va perseguito nell'ottica di una&nbsp;<strong>visione strategica di ampio respiro</strong>&nbsp;con incentivi premianti per lo sviluppo e la ricerca piuttosto che con misure punitive soprattutto perché per alcune categorie di prodotto non ci sono al momento alternative». Ancora. «La plastic e la sugar tax - commenta&nbsp;<strong>Ettore Prandini</strong>, presidente dell'associazione - sono destinate ad avere un&nbsp;<strong><a href=\"https://www.coldiretti.it/economia/prezzi-da-plastic-tax-effetto-su-carrello-bene-proroga\">effetto a valanga</a>&nbsp;sui prezzi finali&nbsp;</strong>degli alimenti proprio mentre l'Italia si trova ad affrontare una preoccupante fiammata dell'inflazione anche sulla spesa alimentare».&nbsp; Mancano poco più di tre mesi dall'entrata in vigore della&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/no-plastic-tax-si-tassa-sulle-discariche-ma-servono-davvero-imposte-sostenibili-\">plastic tax</a>, prevista per l'1 gennaio 2022, salvo ulteriori&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/meno-100-alla-plastic-tax-un-ministro-chiede-il-rinvio-prima-la-politica-faccia-la-sua-parte\">proroghe</a>. Alle imprese ora serve&nbsp;<strong>maggiore chiarezza</strong>&nbsp;per organizzarsi al meglio con la gestione dei nuovi adempimenti.&nbsp;</p> <h2>&nbsp;</h2> <h2>MICHELIN ITALIA, PRIMO BILANCIO SOSTENIBILITÀ</h2> <p>Primo bilancio di sostenibilità di&nbsp;<a href=\"https://www.michelin.it/motorbike/michelin-in-italia/bilancio-di-sostenibilita\"><strong>Michelin Italia</strong></a>. A presentarlo, sul portale dell'azienda è stato il presidente e<strong>&nbsp;amministratore delegato Simone Miatton</strong>: «Noi di Michelin Italiana, fin dal 1906, anno che ha visto la nascita dello stabilimento di Torino Dora, il primo ad essersi insediato al di fuori dei confini francesi,<strong>&nbsp;lavoriamo abbracciando una visione di \"pérennité\"</strong>&nbsp;– ha scritto sul portale ufficiale della casa arrivata nel nostro Paese nel 1906 dopo essere nata in Francia nel 1889 – che ci aiuta a prendere decisioni di lungo termine che abbiano un impatto positivo sul nostro futuro e su quello delle prossime generazioni. Per questo motivo, in Michelin Italiana, così come avviene in tutte le altre società del Gruppo Michelin, abbiamo permeato il nostro operato sposando i valori di sostenibilità del Gruppo, declinati all'interno della \"<strong>All Sustainable Strategy</strong>\" o \"<strong>Strategia delle 3 P</strong>\"». Tre – scrive Miatton a capo di&nbsp;<strong>3.800 lavoratori</strong>&nbsp; e con&nbsp;<strong>14 miloni di pneumatici distribuiti</strong>&nbsp;– le P della sostenibilità secondo Michelin Italia: «La \"P\" di \"People\" si concretizza nell'attenzione verso le nostre persone, che va oltre il semplice rispetto dei requisiti di legge, distinguendosi rispetto alla media del mercato, e si focalizza sul ruolo fondamentale che esse possono ricoprire nell'attuazione della strategia di gruppo». La \"P\" di \"Planet\" che «si manifesta nell'impegno di Michelin Italiana nell'affrontare le sfide ambientali di oggi e di domani, declinando gli obiettivi definiti a livello di gruppo nello svolgimento delle nostre attività, al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile». E, infine, la \"P\" di \"Profit\", «il Pillar che rappresenta la volontà di Michelin Italiana di generare valore sia all'interno sia all'esterno dei confini aziendali». Nonostante la crisi attuale e il contesto economico ancora incerto – conclude Miatton – «<strong>siamo fiduciosi che questa crisi possa costituire la spinta per accompagnare il nostro Paese verso uno sviluppo responsabile</strong>. Sicuri e certi di dare il buon esempio in questo senso, sono lieto di presentarvi il&nbsp;<a href=\"https://www.youtube.com/watch?v=Of68xsXoAzg&amp;t=12s\"><strong>primo Bilancio di Sostenibilità di Michelin Italiana</strong></a>, che conferma il nostro impegno a favore della trasparenza e della tracciabilità delle performance di sostenibilità dell'azienda e che delinea il percorso che vogliamo intraprendere in questa prospettiva».</p> <h2>&nbsp;</h2> <h2>LA PRIMA BARCA RICICLATA E RICICLABILE AL 100% ARRIVA DA COMO</h2> La prima barca realizzata&nbsp;<strong>interamente in plastica riciclata e riciclabile</strong>. Si chiama&nbsp;<strong>Coral Life 250</strong>&nbsp;ed è prodotta dalla&nbsp;<strong>Verga-Plast</strong>, azienda di Lomazzo, in provincia di Como. Non si tratta di un prototipo ma di un vero e proprio prodotto già in commercio. «È realizzata in plastica&nbsp;<strong>proveniente da diversi prodotti&nbsp;</strong>e anche da imbarcazioni dismesse, non contiene al suo interno fibre o altri materiali che potrebbero rendere impossibile o difficile il suo riciclo a fine vita - spiega&nbsp;<strong>Stefano Bitturini</strong>&nbsp;di Verga-Plast al giornalista de<em>&nbsp;La Provincia</em>&nbsp;-. Quando si rovina può essere utilizzata per produrne un'altra,&nbsp;<strong>un ciclo che potrebbe continuare potenzialmente all'infinito</strong>&nbsp;abbracciando concretamente l'ottica di economia circolare. Il fatto che sia leggerissima garantisce inoltre un minor dispendio di energia per trasportarla».&nbsp; Oltre a essere dotata di remi è&nbsp;<strong>ottimizzata per la propulsione elettrica</strong>, in modo che possa essere utilizzata anche dove non è possibile navigare con motori tradizionali, come nei parchi naturali o nelle oasi protette. Un prodotto che ha una vita precedente&nbsp;<strong>e altre ne avrà in futuro</strong>. Un bell'esempio, tutto italiano, di economi circolare.", "permalink":"versalis-ecoplastic-plastic-tax-michelin-bilancio-sostenibilita-barca-riciclabile", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/862987/Plastica+News+PlasticFinder+-+24+settembre+2021.png/4454197b-7796-42e5-8621-2fff9441345a?t=1632502011014", "date":"2021-09-25T00:00:00.000Z" } , { "id":"862921", "category":"", "title":"MICHELIN ITALIA, PRIMO BILANCIO SOSTENIBILITÀ", "description":"<p>Primo bilancio di sostenibilità di <a href=\"https://www.michelin.it/motorbike/michelin-in-italia/bilancio-di-sostenibilita\"><strong>Michelin Italia</strong></a>. A presentarlo, sul portale dell'azienda è stato il presidente e<strong> amministratore delegato Simone Miatton</strong>: «Noi di Michelin Italiana, fin dal 1906, anno che ha visto la nascita dello stabilimento di Torino Dora, il primo ad essersi insediato al di fuori dei confini francesi,<strong> lavoriamo abbracciando una visione di \"pérennité\"</strong> – ha scritto sul portale ufficiale della casa arrivata nel nostro Paese nel 1906 dopo essere nata in Francia nel 1889 – che ci aiuta a prendere decisioni di lungo termine che abbiano un impatto positivo sul nostro futuro e su quello delle prossime generazioni. Per questo motivo, in Michelin Italiana, così come avviene in tutte le altre società del Gruppo Michelin, abbiamo permeato il nostro operato sposando i valori di sostenibilità del Gruppo, declinati all'interno della \"<strong>All Sustainable Strategy</strong>\" o \"<strong>Strategia delle 3 P</strong>\"».</p> <p>&nbsp;</p> <h2>LE 3 P DELLA SOSTENIBILITÀ: PEOPLE, PLANET, PROFIT</h2> <p>Tre – scrive Miatton a capo di <strong>3.800 lavoratori</strong>&nbsp; e con <strong>14 miloni di pneumatici distribuiti</strong> – le P della sostenibilità secondo Michelin Italia: «La \"P\" di \"People\" si concretizza nell'attenzione verso le nostre persone, che va oltre il semplice rispetto dei requisiti di legge, distinguendosi rispetto alla media del mercato, e si focalizza sul ruolo fondamentale che esse possono ricoprire nell'attuazione della strategia di gruppo». La \"P\" di \"Planet\" che «si manifesta nell'impegno di Michelin Italiana nell'affrontare le sfide ambientali di oggi e di domani, declinando gli obiettivi definiti a livello di gruppo nello svolgimento delle nostre attività, al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile». E, infine, la \"P\" di \"Profit\", «il Pillar che rappresenta la volontà di Michelin Italiana di generare valore sia all'interno sia all'esterno dei confini aziendali».</p> <p>&nbsp;</p> <h2>DALLA CRISI NUOVA SPINTA PER L'ITALIA</h2> <p>Nonostante la crisi attuale e il contesto economico ancora incerto – conclude Miatton – «<strong>siamo fiduciosi che questa crisi possa costituire la spinta per accompagnare il nostro Paese verso uno sviluppo responsabile</strong>. Sicuri e certi di dare il buon esempio in questo senso, sono lieto di presentarvi il <a href=\"https://www.youtube.com/watch?v=Of68xsXoAzg&amp;t=12s\"><strong>primo Bilancio di Sostenibilità di Michelin Italiana</strong></a>, che conferma il nostro impegno a favore della trasparenza e della tracciabilità delle performance di sostenibilità dell'azienda e che delinea il percorso che vogliamo intraprendere in questa prospettiva».</p>", "permalink":"michelin-italia-primo-bilancio-sostenibilita", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/862903/Michelin+PlasticFinder.png/ad9a8474-ac49-4ec3-8fac-0287156aa102?t=1632481920134", "date":"2021-09-24T00:00:00.000Z" } , { "id":"862607", "category":"", "title":"PLASTIC TAX: TANTE VOCI E TANTI DUBBI. MA ALLE IMPRESE ORA SERVE CHIAREZZA", "description":"<p>Di plastic tax abbiamo parlato spesso, sottolineando le voci (tante) che in questi mesi hanno alimentato dubbi sulla piena efficacia di una tassa sulla plastica. Spingere su <strong>incentivi che favoriscano ricerca e innovazione</strong> piuttosto che gravare sulle imprese con un'ulteriore imposta la visione che, fin dall'inizio, sosteniamo.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2><strong>PLASTIC TAX, TANTE VOCI E TANTI DUBBI</strong></h2> <p>Sulla stessa linea anche <strong>Coldiretti</strong>. «L'obiettivo di riduzione della <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastica-protagonista-a-equiplast-plasticfinder-vola-a-barcellona-con-interpolimeri\">plastica</a> va perseguito nell'ottica di una <strong>visione strategica di ampio respiro</strong> con incentivi premianti per lo sviluppo e la ricerca piuttosto che con misure punitive soprattutto perché per alcune categorie di prodotto non ci sono al momento alternative». Ancora. «La plastic e la sugar tax - commenta <strong>Ettore Prandini</strong>, presidente dell'associazione - sono destinate ad avere un <strong>effetto a valanga sui prezzi finali </strong>degli alimenti proprio mentre l'Italia si trova ad affrontare una preoccupante fiammata dell'inflazione anche sulla spesa alimentare».&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>TASSA SULLA PLASTICA, ALLE IMPRESE SERVE CHIAREZZA</h2> <p>Mancano poco più di tre mesi dall'entrata in vigore della <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/no-plastic-tax-si-tassa-sulle-discariche-ma-servono-davvero-imposte-sostenibili-\">plastic tax</a>, prevista per l'1 gennaio 2022, salvo ulteriori <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/meno-100-alla-plastic-tax-un-ministro-chiede-il-rinvio-prima-la-politica-faccia-la-sua-parte\">proroghe</a>. Alle imprese ora serve <strong>maggiore chiarezza</strong> per organizzarsi al meglio con la gestione dei nuovi adempimenti.&nbsp;</p>", "permalink":"plastic-tax-tante-voci-e-tanti-dubbi-ma-alle-imprese-ora-serve-chiarezza", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/862593/plasticfinder-plastic-tax-tassa-plastica-patuanelli-coldiretti.jpg/e75bf869-0888-40fb-9914-26057d098581?t=1632399811659", "date":"2021-09-23T00:00:00.000Z" } , { "id":"862224", "category":"", "title":"VERSALIS ACQUISISCE GLI IMPIANTI ECOPLASTIC: NASCE POLO PER RICICLO MECCANICO DEI POLIMERI STIRENICI", "description":"<p>Nuovo polo industriale per il <strong>riciclo meccanico avanzato dei polimeri stirenici </strong>a Porto Marghera. La rigenerazione delle materie plastiche fa passi avanti con l'acquisizione da parte di <strong>Versalis</strong> della tecnologia e degli impianti di <strong>Ecoplastic</strong>, società del gruppo De Berg.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2><strong>VERSALIS ACQUISISCE ECOPLASTIC</strong></h2> <p>«Il riciclo delle plastiche è una delle leve fondamentali per accelerare la trasformazione di <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/solo-un-azienda-italiana-tra-le-top100-dell-industria-chimica-su-cosa-puntare-per-fare-meglio-\">Versalis</a> attraverso <strong>modelli circolari</strong> - spiega <strong>Adriano Alfani</strong>, amministratore delegato della <a href=\"https://versalis.eni.com/irj/portal/anonymous?guest_user=anon_it&amp;title=Versalis%20acquisisce%20tecnologie%20e%20impianti%20per%20il%20nuovo%20polo%20di%20riciclo%20meccanico%20a%20Porto%20Marghera&amp;link=/versalis/Contenuti%20Versalis/IT/Comunicati%20Stampa/905f762e-10f9-3910-deb2-b560d220a5f4.xml&amp;NavigationTarget=ROLES://portal_content/z_eni_ve_fl_versalis/z_eni_ve_fl_roles/z_eni_ve_rl_gues_versalis/z_eni_ve_pg_dettaglio_comunicati_stampa\">società</a> - e si inserisce nell'ambito della più ampia strategia di Eni per la transizione energetica, in cui l'economia circolare è uno dei pilastri».&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2><strong>NUOVO POLO PER RICICLO MECCANICO DEI POLIMERI STIRENICI</strong></h2> <p>L'accordo prevede l'installazione, dal prossimo anno, degli impianti acquisiti da Ecoplastic per la produzione di polimeri stirenici ottenuti totalmente da materia prima da riciclo e già selezionata e pretrattata. La capacità iniziale del nuovo polo sarà di circa <strong>20mila tonnellate annue</strong>. I materiali troveranno applicazione soprattutto nel <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/packaging-verso-l-obbligo-del-30-di-contenuto-riciclato-\"><strong>packaging </strong></a>e nell'<strong>edilizia</strong>. Complimenti e buon lavoro da <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastica-protagonista-a-equiplast-plasticfinder-vola-a-barcellona-con-interpolimeri\">PlasticFinder</a>&nbsp; ✔</p>", "permalink":"versalis-acquisisce-gli-impianti-ecoplastic-nasce-polo-per-riciclo-meccanico-dei-polimeri-stirenici", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/862206/versalis-eni-ecoplastic-porto-marghera-riciclo-polimeri-stirenici-plasticfinder.jpg/f85b1cb7-4a84-487d-a51c-679168c2bd97?t=1632298511163", "date":"2021-09-22T00:00:00.000Z" } , { "id":"861643", "category":"", "title":"LA PRIMA BARCA RICICLATA E RICICLABILE AL 100% ARRIVA DA COMO", "description":"<p>La prima barca realizzata <strong>interamente in plastica riciclata e riciclabile</strong>. Si chiama <strong>Coral Life 250</strong> ed è prodotta dalla <strong>Verga-Plast</strong>, azienda di Lomazzo, in provincia di Como. Non si tratta di un prototipo ma di un vero e proprio prodotto già in commercio.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>NULLA SI BUTTA, TUTTO SI RIUTILIZZA</h2> <p>«È realizzata in plastica <strong>proveniente da diversi prodotti </strong>e anche da imbarcazioni dismesse, non contiene al suo interno fibre o altri materiali che potrebbero rendere impossibile o difficile il suo riciclo a fine vita - spiega <strong>Stefano Bitturini</strong> di Verga-Plast al giornalista de<em> La Provincia</em> -. Quando si rovina può essere utilizzata per produrne un'altra, <strong>un ciclo che potrebbe continuare potenzialmente all'infinito</strong> abbracciando concretamente l'ottica di economia circolare. Il fatto che sia leggerissima garantisce inoltre un minor dispendio di energia per trasportarla».&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>BELL'ESEMPIO DI ECONOMIA CIRCOLARE</h2> <p>Oltre a essere dotata di remi è <strong>ottimizzata per la propulsione elettrica</strong>, in modo che possa essere utilizzata anche dove non è possibile navigare con motori tradizionali, come nei parchi naturali o nelle oasi protette.</p> <p>Un prodotto che ha una vita precedente <strong>e altre ne avrà in futuro</strong>. Un bell'esempio, tutto italiano, di economi circolare ✔</p> <p><em>La foto è puramente indicativa e non si riferisce al prodotto citato nel testo</em></p> <p><a href=\"https://www.laprovinciadicomo.it/stories/Economia/solo-plastica-green-la-prima-barca-e-realizzata-a-como_1406990_11/\">LEGGI L'ARTICOLO DE LA PROVINCIA</a></p>", "permalink":"la-prima-barca-riciclata-e-riciclabile-al-100-arriva-da-como", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/861366/barca-como-plasticfinder.jpg/7de30c3d-e289-4e39-bef4-648bb04d5a7f?t=1632150556889", "date":"2021-09-21T00:00:00.000Z" } , { "id":"861370", "category":"", "title":"MENO 100 ALLA PLASTIC TAX, UN MINISTRO CHIEDE IL RINVIO: PRIMA LA POLITICA FACCIA LA SUA PARTE", "description":"Mancano poco più di 100 giorni all'ingresso della Plastica Tax in Italia, il nuovo balzello che porterebbe nelle casse dello Stato 450 euro per ogni tonnellata di manufatti in plastica prodotti. Come si sa, a nutrire perplessità sull'efficacia di questa ulteriore tassa, e comunque sull'opportunità di introdurla adesso, sono in tanti. Una voce che merita un'attenzione particolare è quella del ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, che a Firenze nel corso della conferenza stampa di chiusura dei lavori del G20 dell'agricoltura, ha detto: «Ritengo giusto – si legge du Aska News – prorogare nuovamente l'entrata in vigore della Sugar tax e della Plastic tax perchè noi non abbiamo messo in campo politiche pubbliche di accompagnamento a questo cambiamento». Noi non abbiamo messo in campo politiche pubbliche di accompagnamento a questo cambiamento. Se ognuno deve fare la sua parte, forse darebbe giusto aspettare che il governo facesse la sua prima di chiedere ulteriore impegno da parte delle aziende&nbsp;<br />", "permalink":"meno-100-alla-plastic-tax-un-ministro-chiede-il-rinvio-prima-la-politica-faccia-la-sua-parte", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/861425/plasticfinder-plastictax-100.jpg/f2bf971d-6d76-4e4a-a7f8-1a80020f538a?t=1632141124004", "date":"2021-09-20T00:00:00.000Z" } , { "id":"861038", "category":"", "title":"PLASTICFINDER-INTERPOLIMERI A EXPOQUIMIA, UNIFORMI EASYJET, PACKAGING RICICLATO, PARCHI IDEA PLAST", "description":"<p><strong>Plastica news della settimana, dal 13 al 18 settembre 2021</strong>. Scopriamole insieme per tenerci aggiornati sul mercato della plastica. Scopriamolo insieme a PlasticFinder.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLASTICA CIRCOLARE PROTAGONISTA A EXPOQUIMIA: ANCHE PLASTICFINDER A BARCELLONA CON INTERPOLIMERI</h2> <p>Oggi noi di PlasticFinder&nbsp;<strong>siamo a Barcellona</strong>&nbsp;insieme al nostro&nbsp;<strong>nuovo partner Interpolimeri</strong>&nbsp;per partecipare a&nbsp;<strong>ExpoQuimia</strong>, un grande appuntamento per il settore della chimica, della plastica e della gomma che si tiene ogni tre anni. È una bella occasione per&nbsp;<strong>presentare la nostra attività al mercato spagnolo&nbsp;</strong>(e non solo). Tornare finalmente agli eventi dal vivo è splendido. I rapporti umani non possono sempre essere mediati dalla tecnologia: alle volte&nbsp;<strong>bisogna vedersi in faccia&nbsp;</strong>per generare nuove connessioni di valore, nuove idee e&nbsp;nuove opportunità.&nbsp; Per rendere la plastica un prodotto sempre migliore, utile e sostenibile&nbsp;<strong>serve l'impegno comune</strong>&nbsp;di tutti quelli che lavorano in questo settore a qualsiasi livello. E qui alla Fiera di Barcellona, con centinaia di brand presenti, è rappresentata una bella fetta di questo mondo. Chi rimane fermo in attesa che passi la tempesta, rischia meno&nbsp;ma non cresce mai.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>CIRCULAR PLASTIC IN THE SPOTLIGHT AT EXPOQUIMIA: PLASTICFINDER IN BARCELONA WITH INTERPOLIMERI</h2> <p><strong>The PlasticFinder team were in Spain</strong>&nbsp;with their new partner&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/notizie/content/read/interpolimeri-invests-in-the-digital-and-circular-platform-plasticfinder\">Interpolimeri</a>&nbsp;to join<strong>&nbsp;the 19th Expoquimia, the International Chemistry Fair held in Barcelona</strong>. We presented our business to the Spanish and global market. Getting back to live events is wonderful. Human relationships cannot be mediated by technology:&nbsp;<strong>we need to see each other to generate valuable new connections</strong>, new ideas and new opportunities. The leading companies in the chemical industry submitted their latest proposals, solutions and new sustainable products.&nbsp;<strong>The exhibition featured 300 exhibitors representing more than 500 brands</strong>. The International Chemistry Fair generated a significant representation from the chemical sector, in particular from the Spanish contingent, as it is one of the most dynamic sectors in the Spanish economy. There were representatives from companies and entities such as AEQT, Air Liquide, BASF, Biesterfeld, Bondalti, Carburos Metálicos, Cepsa, ChemMed Tarragona, Codols, Covestro, CSIC, Ercros, Genebre, Grupo IQE, Grupo Lleal, JP Selecta, Inovyn, Panreac AppliChem, Novamont, Quimacova, Quimidroga, Sahivo, Staubli, Solutex and Telstar. <strong>Making plastics a sustainable product requires commitment from everyone</strong>. PlasticFinder shared its value proposition with the chemical industry. We are sure that a better circular world is possible.&nbsp;<strong>That's the way we do business around the world every day</strong>.</p> <h2>&nbsp;</h2> <h2>EASYJET, SOSTENIBILITÀ A BORDO: NUOVE UNIFORMI IN PLASTICA RICICLATA</h2> <p>Circa 45 bottiglie di plastica riciclate per realizzare le&nbsp;<strong>uniformi&nbsp;</strong>della compagnia&nbsp;<strong>Easyjet</strong>. Firmate dall'irlandese&nbsp;<strong>Tailored Image</strong>, le nuove divise dell'equipaggio di cabina e dei piloti del vettore aereo permetteranno di riutilizzare quasi tre milioni di bottiglie nell'arco di cinque anni.&nbsp; «Rispetto all'alternativa non riciclata - si legge in una nota della compagnia - è&nbsp;<strong>più resistente</strong>&nbsp;all'abrasione. L'utilizzo di questo tessuto altamente durevole riduce la necessità di produrre più uniformi nel lungo termine». È solo un altro dei tantissimi esempi di riciclo e&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/parchi-giochi-e-arredi-urbani-in-plastica-riciclata-l-impegno-green-di-idea-plast\">riutilizzo</a>&nbsp;di materiali plastici già esistenti a cui è sempre bene dare risalto. Perché la&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastica-carta-cotone-juta-quale-borsa-vince-la-sfida-della-sostenibilita-\">plastica</a>, non ci stancheremo mai di ripeterlo, può avere&nbsp;<strong>infinite nuove vite.</strong>&nbsp;</p> <h2>&nbsp;</h2> <h2><strong>PACKAGING, VERSO L'OBBLIGO DEL 30% DI RICICLATO?</strong></h2> <p>Appello che anche&nbsp;<strong>EuRIC</strong>, la&nbsp;federazione europea delle imprese del riciclo,&nbsp;reputa necessario nell'ottica di una maggiore circolarità degli imballaggi. Più cauta&nbsp;<strong>EuPC</strong>, secondo cui si tratta di un obiettivo legittimo ma che rischia di gravare su trasformatori di&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/l-uragano-ida-rischia-di-investire-anche-il-mercato-delle-materie-plastiche\">materie plastiche</a>&nbsp;e loro clienti&nbsp;nel caso di possibili colli di bottiglia nelle forniture di polimeri rigenerati.&nbsp; Incentivare il&nbsp;<strong>riutilizzo delle materie plastiche</strong>&nbsp;è sempre una misura da prendere in considerazione. Stabilire per&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastic-tax-una-minaccia-che-incombe-sull-industria-alimentare\">legge&nbsp;</a>una certa percentuale obbligatoria di contenuto riciclato è l'orientamento giusto o possono esserci, lungo tutta la filiera, altrettanto valide soluzioni per migliorare a monte la progettazione stessa degli imballaggi e accelerare domanda e utilizzo di materiali riciclati di qualità?</p> <h2>&nbsp;</h2> <h2>PARCHI GIOCHI E ARREDI URBANI IN PLASTICA RICICLATA: L'IMPEGNO GREEN DI IDEA PLAST</h2> Di riciclo se ne parla tanto, soprattutto negli ultimi anni, ma ci sono realtà che lavorano per ridare una o più vite ai prodotti da ormai molti anni. Come&nbsp;<strong>Idea Plast</strong>, un'azienda di Lainate, vicino a Milano, che da oltre vent'anni cerca di&nbsp;<strong>trasformare la plastica</strong>&nbsp;già utilizzata in nuovi prodotti, come manufatti, arredi urbani e giochi per parchi pubblici. «Trasformare qualcosa che abbiamo scartato in qualcosa di nuovo e riutilizzabile rappresenta un&nbsp;<strong>messaggio di forte impatto sociale</strong>, perché ci fa capire come una corretta gestione dell'intera filiera possa trasformare la plastica da rifiuto in risorsa», spiega&nbsp;<strong>Alessandro Trentini</strong>, fondatore e direttore tecnico di Idea Plast in un articolo di&nbsp;<em>Forbes</em>. Lo stesso Trentini, sul&nbsp;<em>Corriere della Sera,</em>&nbsp;ribadisce poi due sacrosante verità, che noi di PlasticFinder ripetiamo come un mantra da tempo. Primo: «<strong>La plastica è insostituibile</strong>. È una materia prima impiegata per oggetti fondamentali nella vita quotidiana. È piuttosto l'uso che se ne fa a fare la differenza».&nbsp;&nbsp;<br /> Secondo. «La plastica&nbsp;<strong>non arriva mai a fine vita</strong>. Con una raccolta differenziata fatta bene si può creare qualcosa di bello in seconda, terza e anche quarta vita». Insostituibile ed eterna: se utilizzata con rispetto e attenzione la plastica può solo essere preziosa.", "permalink":"plasticfinder-interpolimeri-a-expoquimia-uniformi-easyjet-packaging-riciclato-parchi-idea-plast", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/860974/Plastica+News+PlasticFinder+-+19+settembre+2021.png/eb852e6d-909f-4b65-b4e4-12f28e20be16?t=1632062268017", "date":"2021-09-18T00:00:00.000Z" } , { "id":"860988", "category":"", "title":"CIRCULAR PLASTIC IN THE SPOTLIGHT AT EXPOQUIMIA: PLASTICFINDER IN BARCELONA WITH INTERPOLIMERI", "description":"<p><strong>The PlasticFinder team were in Spain</strong> with their new partner <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/notizie/content/read/interpolimeri-invests-in-the-digital-and-circular-platform-plasticfinder\">Interpolimeri</a> to join<strong> the 19th Expoquimia, the International Chemistry Fair held in Barcelona</strong>. We presented our business to the Spanish and global market. Getting back to live events is wonderful. Human relationships cannot be mediated by technology: <strong>we need to see each other to generate valuable new connections</strong>, new ideas and new opportunities.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>300 EXHIBITORS REPRESENTING MORE THAN 500 BRANDS AT EXPOQUIMIA</h2> <p>The leading companies in the chemical industry submitted their latest proposals, solutions and new sustainable products. <strong>The exhibition featured 300 exhibitors representing more than 500 brands</strong>. The International Chemistry Fair generated a significant representation from the chemical sector, in particular from the Spanish contingent, as it is one of the most dynamic sectors in the Spanish economy. There were representatives from companies and entities such as AEQT, Air Liquide, BASF, Biesterfeld, Bondalti, Carburos Metálicos, Cepsa, ChemMed Tarragona, Codols, Covestro, CSIC, Ercros, Genebre, Grupo IQE, Grupo Lleal, JP Selecta, Inovyn, Panreac AppliChem, Novamont, Quimacova, Quimidroga, Sahivo, Staubli, Solutex and Telstar.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>A BETTER CIRCULAR WORLD IS POSSIBLE THANKS TO PLASTICFINDER</h2> <p><strong>Making plastics a sustainable product requires commitment from everyone</strong>. PlasticFinder shared its value proposition with the chemical industry. We are sure that a better circular world is possible. <strong>That's the way we do business around the world every day</strong>.</p>", "permalink":"circular-plastic-in-the-spotlight-at-expoquimia-plasticfinder-in-barcelona-with-interpolimeri", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/861007/PlasticFinder+Barcelona+Expoquimia+2021.jpg/bd14afc3-9407-40ef-ac0a-6bf66e806dce?t=1631981935000", "date":"2021-09-17T00:00:00.000Z" } , { "id":"859611", "category":"", "title":"EASYJET, SOSTENIBILITÀ A BORDO: NUOVE UNIFORMI IN PLASTICA RICICLATA", "description":"<p>Circa 45 bottiglie di plastica riciclate per realizzare le <strong>uniformi </strong>della compagnia <strong>Easyjet</strong>. Firmate dall'irlandese <strong>Tailored Image</strong>, le nuove divise dell'equipaggio di cabina e dei piloti del vettore aereo permetteranno di riutilizzare quasi tre milioni di bottiglie nell'arco di cinque anni.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>EASYJET, UNIFORMI IN PLASTICA RICICLATA</h2> <p>«Rispetto all'alternativa non riciclata - si legge in una nota della compagnia - è <strong>più resistente</strong> all'abrasione. L'utilizzo di questo tessuto altamente durevole riduce la necessità di produrre più uniformi nel lungo termine».</p> <p>&nbsp;</p> <h2>LE INFINITE NUOVE VITE DELLA PLASTICA</h2> <p>È solo un altro dei tantissimi esempi di riciclo e <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/parchi-giochi-e-arredi-urbani-in-plastica-riciclata-l-impegno-green-di-idea-plast\">riutilizzo</a> di materiali plastici già esistenti a cui è sempre bene dare risalto. Perché la <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastica-carta-cotone-juta-quale-borsa-vince-la-sfida-della-sostenibilita-\">plastica</a>, non ci stancheremo mai di ripeterlo, può avere <strong>infinite nuove vite.</strong>&nbsp;</p>", "permalink":"easyjet-sostenibilita-a-bordo-nuove-uniformi-in-plastica-riciclata", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/861013/easyjet-uniformi-plastica-riciclata-plasticfinder-economia-circolare.jpg/01086ef8-928f-431d-9cf8-12f6aad1ac24?t=1631625803000", "date":"2021-09-16T00:00:00.000Z" } , { "id":"860155", "category":"", "title":"PLASTICA PROTAGONISTA A EQUIPLAST: PLASTICFINDER VOLA A BARCELLONA CON INTERPOLIMERI", "description":"<p>Oggi noi di PlasticFinder <strong>siamo a Barcellona</strong> insieme al nostro <strong>nuovo partner Interpolimeri</strong> per partecipare a <strong>Equiplast</strong>, un grande appuntamento per il settore della plastica e della gomma che si tiene ogni tre anni.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>SI TORNA AGLI EVENTI DAL VIVO</h2> <p>È una bella occasione per <strong>presentare la nostra attività al mercato spagnolo </strong>(e non solo). Tornare finalmente agli eventi dal vivo è splendido. I rapporti umani non possono sempre essere mediati dalla tecnologia: alle volte <strong>bisogna vedersi in faccia </strong>per generare nuove connessioni di valore, nuove idee, nuove opportunità.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>AL LAVORO PER UNA&nbsp;PLASTICA SEMPRE MIGLIORE</h2> <p>Per rendere la plastica un prodotto sempre migliore, utile e sostenibile <strong>serve l'impegno comune</strong> di tutti quelli che lavorano in questo settore a qualsiasi livello.</p> <p>Chi rimane fermo rischia meno, ma non cresce mai&nbsp; ✔</p> <p>&nbsp;</p> <p>(<em>Nella foto in alto il ceo di PlasticFinder <strong>Riccardo Parrini</strong>, a Barcellona per Equiplast</em>)</p>", "permalink":"plastica-protagonista-a-equiplast-plasticfinder-vola-a-barcellona-con-interpolimeri", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/859593/Riccardo+Parrini-+Barcellona.JPEG/e5f159c7-bfe8-4cce-a012-144b13a66357?t=1631713732000", "date":"2021-09-15T00:00:00.000Z" } , { "id":"859464", "category":"", "title":"PACKAGING, VERSO L'OBBLIGO DEL 30% DI CONTENUTO RICICLATO?", "description":"<p>Fissare un <strong>obbligo del 30% di contenuto riciclato</strong> per gli imballaggi di plastica, da raggiungere entro il 2030. È la proposta di <strong>PlasticsEurope</strong>, l'associazione europea dei produttori di materie plastiche, in occasione della revisione della direttiva sugli imballaggi e sui rifiuti da imballaggio da parte della Commissione europea.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2><strong>PACKAGING, VERSO L'OBBLIGO DEL 30% DI RICICLATO?&nbsp;</strong></h2> <p>Appello che anche <strong>EuRIC</strong>, la&nbsp;federazione europea delle imprese del riciclo,&nbsp;reputa necessario nell'ottica di una maggiore circolarità degli imballaggi. Più cauta <strong>EuPC</strong>, secondo cui si tratta di un obiettivo legittimo ma che rischia di gravare su trasformatori di <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/l-uragano-ida-rischia-di-investire-anche-il-mercato-delle-materie-plastiche\">materie plastiche</a> e loro clienti&nbsp;nel caso di possibili colli di bottiglia nelle forniture di polimeri rigenerati.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2><strong>PLASTICA, ECONOMIA CIRCOLARE LUNGO TUTTA LA FILIERA</strong></h2> <p>Incentivare il <strong>riutilizzo delle materie plastiche</strong> è sempre una misura da prendere in considerazione. Stabilire per&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/plastic-tax-una-minaccia-che-incombe-sull-industria-alimentare\">legge&nbsp;</a>una certa percentuale obbligatoria di contenuto riciclato è l'orientamento giusto o possono esserci, lungo tutta la filiera, altrettanto valide soluzioni per migliorare a monte la progettazione stessa degli imballaggi e accelerare domanda e utilizzo di materiali riciclati di qualità?</p>", "permalink":"packaging-verso-l-obbligo-del-30-di-contenuto-riciclato-", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/859446/obbligo-riciclato-packaging-eupc-plasticseurope-plastica-imballaggi-plasticfinder.jpg/bbbabc0f-7cab-48db-8201-09a7b52418a9?t=1631615730708", "date":"2021-09-14T00:00:00.000Z" } , { "id":"858856", "category":"", "title":"PARCHI GIOCHI E ARREDI URBANI IN PLASTICA RICICLATA: L'IMPEGNO GREEN DI IDEA PLAST", "description":"<p>Di riciclo se ne parla tanto, soprattutto negli ultimi anni, ma ci sono realtà che lavorano per ridare una o più vite ai prodotti da ormai molti anni. Come <strong>Idea Plast</strong>, un'azienda di Lainate, vicino a Milano, che da oltre vent'anni cerca di <strong>trasformare la plastica</strong> già utilizzata in nuovi prodotti, come manufatti, arredi urbani e giochi per parchi pubblici.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>DA RIFIUTO A RISORSA IL PASSO&nbsp;È BREVE</h2> <p>«Trasformare qualcosa che abbiamo scartato in qualcosa di nuovo e riutilizzabile rappresenta un <strong>messaggio di forte impatto sociale</strong>, perché ci fa capire come una corretta gestione dell'intera filiera possa trasformare la plastica da rifiuto in risorsa», spiega <strong>Alessandro Trentini</strong>, fondatore e direttore tecnico di Idea Plast in un articolo di <em>Forbes</em>.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLASTICA, INSOSTITUIBILE ED ETERNA</h2> <p>Lo stesso Trentini, sul <em>Corriere della Sera,</em> ribadisce poi due sacrosante verità, che noi di PlasticFinder ripetiamo come un mantra da tempo. Primo: «<strong>La plastica è insostituibile</strong>. È una materia prima impiegata per oggetti fondamentali nella vita quotidiana. È piuttosto l'uso che se ne fa a fare la differenza».&nbsp;&nbsp;<br /> Secondo. «La plastica <strong>non arriva mai a fine vita</strong>. Con una raccolta differenziata fatta bene si può creare qualcosa di bello in seconda, terza e anche quarta vita».</p> <p><br /> Insostituibile ed eterna: se utilizzata con rispetto e attenzione può solo essere preziosa ✔</p> <p>&nbsp;</p> <p><a href=\"https://forbes.it/2021/09/04/trasformare-la-plastica-in-risorsa-con-idea-plast-obiettivo-sostenibilita/\">LEGGI L'ARTICOLO DI FORBES</a></p> <p><a href=\"https://www.corriere.it/economia/aziende/21_maggio_04/rivoluzione-ecologica-idea-plast-dare-nuova-vita-plastica-15d72bf8-acdc-11eb-b89d-9c2f0a2ddccd.shtml\">LEGGI L'ARTICOLO DEL CORRIERE DELLA SERA</a></p>", "permalink":"parchi-giochi-e-arredi-urbani-in-plastica-riciclata-l-impegno-green-di-idea-plast", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/858838/plastica-parco+giochi-plasticfinder.jpg/9db53224-69c2-421d-a255-49b9d2397819?t=1631522894594", "date":"2021-09-13T00:00:00.000Z" } , { "id":"858439", "category":"", "title":"ICIS TOP 100 CHEMICAL COMPANIES, STUDIO TEST-ACHATS, MILANO DESIGN WEEK, TASSE SECONDO ANAIP E XENIA THERMOPLASTIC CON SALEWA", "description":"<p>Plastica news della settimana, dal 6 al 10 settembre 2021. Scopriamole insieme per tenerci aggiornati sul mercato della plastica. Scopriamolo insieme a PlasticFinder.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>SOLO UN'AZIENDA ITALIANA TRA LE TOP100 DELL'INDUSTRIA CHIMICA: SU COSA PUNTARE PER FARE MEGLIO?</h2> <p>Basf, Sinopec e Dow sul podio delle&nbsp;<strong>vendite dell'industria chimica</strong>&nbsp;nel 2020. È quanto rivela la classifica dei principali gruppi chimici a livello mondiale per fatturato elaborata dalla società&nbsp;<strong>Icis</strong>. Medaglia d'oro si riconferma la tedesca&nbsp;<strong>Basf</strong>&nbsp;con vendite pari a 72,3 miliardi di dollari nel 2020, in calo dello 0,3% rispetto all'anno precedente. Sul secondo gradino del podio&nbsp;la cinese&nbsp;<strong>Sinopec</strong>&nbsp;(57 miliardi di dollari, -28% rispetto al 2019). Medaglia di bronzo per la statunitense&nbsp;<strong>Dow&nbsp;</strong>(38,5 miliardi, -10% rispetto all'anno precedente). A determinare le principali contrazioni sulle vendite dell'industria chimica globale sono stati gli effetti del&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/en/web/guest/news/content/read/affrontare-l-emergenza-covid-senza-la-plastica-impossibile\">contesto pandemico</a>: quello delle commodities il settore più colpito.&nbsp; C'è&nbsp;<strong>solo un'italiana</strong>&nbsp;nella classica&nbsp;<strong><a href=\"https://s3.eu-west-1.amazonaws.com/icis.ada.website.live/wp-content/uploads/2021/09/07142347/ICB_030921_Top_100_Chemical_Companies_pt_1.pdf\">Icis Top 100 Chemical Companies</a></strong>: si tratta di Versalis, posizionata in settantesima posizione con un giro d'affari di 4,1 miliardi di dollari, in flessione del 18% rispetto al 2019. Su cosa puntare per aumentare il numero di aziende italiane tra le grandi dell'industria chimica?</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLASTICA, CARTA, COTONE, JUTA… QUALE BORSA VINCE LA SFIDA DELLA SOSTENIBILITÀ?</h2> <p>Trolley di ogni tipo, sacchetti di<strong>&nbsp;carta</strong>, di&nbsp;<strong>cotone</strong>, di&nbsp;<strong>juta</strong>… In fila alle casse dei supermercati si vedono persone che, in assoluta buona fede, si \"armano\" di contenitori di ogni tipo pur di evitare la plastica e&nbsp;<strong>impattare meno&nbsp;</strong>sull'ambiente. Poi però si scopre che queste scelte forse non sono così green come si credeva e che la<strong>&nbsp;plastica</strong>, ancora una volta, si dimostra&nbsp;una&nbsp;<strong>scelta migliore e meno inquinante</strong>. Secondo i risultati di uno studio condotto dall'<strong>associazione dei consumatori belga Test-Achats</strong>, che ha considerato gli interi cicli di vita dei vari prodotti, l'utilizzo di metallo, plastica ed energia per produrre i carrelli/trolley richiede&nbsp;<strong>709 utilizzi&nbsp;</strong>per compensare l'impatto ambientale che provoca. La carta ne richiede&nbsp;<strong>otto</strong>. Con la juta si sale a&nbsp;<strong>36</strong>.&nbsp; Addirittura&nbsp;<strong>104&nbsp;</strong>col cotone. E per compensare l'impatto ambientale della&nbsp;<strong>plastica</strong>? Solo&nbsp;<strong>due impieghi</strong>, se si considera un sacchetto riutilizzabile in polietilene (LDPE). Addirittura uno soltanto se la plastica proviene da riciclo (rLDPE). Ogni tanto viene da pensare che uno dei grandi problemi&nbsp;della plastica sia il fatto che il suo&nbsp;<strong>\"ufficio stampa\" sia meno valido&nbsp;</strong>di quello di carta, cotone, juta, vetro...</p> <p>&nbsp;</p> <h2>FUORISALONE, TRA LE INIZIATIVE ANCHE LA CORSA PER RACCOGLIERE PLASTICA ABBANDONATA</h2> <p>Dopo la pausa del 2020, a Milano è tornato il&nbsp;<strong>Salone del Mobile</strong>&nbsp;(anzi, il SuperSalone, come si chiama quest'anno) che sta riempiendo la città di eventi e occasioni d'incontro. Tra le iniziative collaterali, c'è da segnalare quella organizzata da&nbsp;<strong>DAAA Haus</strong>, uno studio di architettura internazionale che, proprio in occasione della in occasione della Milano Design Week, ha dato vita al&nbsp;<strong>FuorisalonePlogging</strong>. Si tratta di una corsa (ma ognuno può andare col passo che preferisce) tra le vie del design meneghino per&nbsp;<strong>raccogliere prodotti in plastica</strong>&nbsp;che, come sappiamo, si trovano fin troppo spesso dove non dovrebbero. La fine della corsa, della durata di nove tappe, sarà in Piazza Gae Aulenti: qui i partecipanti potranno consegnare tutta la plastica raccolta in modo da poterla&nbsp;<strong>smaltire nel modo corretto</strong>.&nbsp; Il termine \"<strong>plogging</strong>\" richiama due concetti: il \"<strong>plocka upp</strong>\", nato in Svezia e che significa \"ripulire\", e il ben più popolare \"<strong>jogging</strong>\". Insomma, correre e pulire al tempo stesso, due attività che più sostenibili non si può.&nbsp; Si tratta di una bella iniziativa: chissà ogni persona <strong>quanta plastica riuscirà a raccogliere</strong>. Il livello di senso civico di una città si può giudicare anche così.</p> <h2>&nbsp;</h2> <h2>NO PLASTIC TAX, SÌ TASSA SULLE DISCARICHE: MA SERVONO DAVVERO IMPOSTE \"SOSTENIBILI\"?</h2> <p>E se invece della&nbsp;<strong><a href=\"https://www.plasticfinder.it/news/content/read/plastic-tax-una-minaccia-che-incombe-sull-industria-alimentare\">plastic tax</a>&nbsp;</strong>ci si concentrasse su una&nbsp;<strong>tassa sulle discariche</strong>? È la riflessione di&nbsp;<strong>Luis Cediel Blanco</strong>, direttore generale dell'<a href=\"https://www.plastmagazine.it/spagna-no-alla-plastic-tax/\"><strong>Anaip</strong></a>, associazione spagnola dei produttori di plastica, che fa parte di&nbsp;EsPlasticos. Un cambio di rotta che sposterebbe il focus della tassazione su quei rifiuti che avrebbero potuto essere riciclati ma non lo sono stati. Una proposta, quella spagnola, che va a incoraggiare&nbsp;<strong>riciclabilità e&nbsp;</strong><a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/uso-obbligatorio-di-plastica-per-costruire-strade-e-se-tutti-seguissero-l-esempio-del-governo-indiano-\">riciclo</a>? Potrebbe. Ma sono davvero necessarie delle imposte \"sostenibili\" per promuovere buone pratiche e comportamenti virtuosi? Non sarebbe più opportuno un approccio costruttivo che preveda&nbsp;<strong>più incentivi</strong>&nbsp;per tutte quelle aziende che investono in innovazione e circolarità?</p> <p>&nbsp;</p> <h2>ITALY'S XENIA THERMOPLASTIC COMPOSITES USED IN THE NEW SALEWA MOUNTAIN BOOT</h2> <strong>The new Salewa Ortles Couloir mountain boot uses Xenia thermoplastic composites</strong>. The toecap is constructed on a polymeric base supplied by the Italian company leader in the production of&nbsp;<strong><a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/notizie/content/read/alpla-acquires-packaging-manufacturer-wolf-plastics\">thermoplastic</a>&nbsp;composites reinforced carbon fibre</strong>. Salewa's boot will make its appearance in stores from Fall 2021. Weighing only 725 grams, the compact design provides the Ortles Couloir with more precision while climbing, both on rock and ice. The boot's frame has been brilliantly designed in carbon fibre in order to offer both lightness and support. Moreover, its hinged joint closure ensures greater comfort while walking and more grip while climbing. \"The Ortles Couloir boot carries the name of its own theatre of operations:&nbsp;<strong>the Ortles Mountain. Boasting a height of 3.905 m, the Ortles is the highest peak of the Rhaetian Alps&nbsp;</strong>and it is well known for its very challenging trails,\" states the Xenia website. \"The processing of new generation carbon reinforced thermoplastic composites and the injection moulding process allow the standardization and realisation of structures with improved and optimized thickness, which would otherwise turn out to be very expensive and difficult to achieve through the traditional lamination process. Thermoplastic composites are, furthermore, easily and efficiently recyclable.\" \"This new boot was inspired by the Dolomite Mountains, our home, – explains<strong>&nbsp;William Starka</strong>, senior product manager of footwear &amp; equipment at Salewa – the absolute innovation in the alpine boots market is represented by its neat design, which allowed us to obtain great precision, total freedom of movement and an excellent stability for rock and ice climbing.&nbsp;<strong>To ensure a long-lasting performance, we selected durable and high-quality performing materials</strong>. The Ortles Couloir boot has brought the development of alpine boots into a completely new dimension\". \"Working with Salewa and its partners has represented a great and exciting challenge.&nbsp;<strong>We began by developing a specific customization process which led to the selection of the polymer and a well-defined percentage of carbon fibre</strong>. This tailor-made project made us so happy and pleased,\" adds&nbsp;<strong>Enrico Mancinetti</strong>, sales manager for Xenia Materials. To study and design the best applications of thermoplastic-based composites along with other outdoor footwear brands, X<strong>enia&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/notizie/content/read/really-proud-of-the-innovative-olympic-track-produced-by-mondo-group\">materials</a>&nbsp;has recently started theXenia Footwear Materials Lab project</strong>&nbsp;which offers a turnkey service to footwear industry companies and supports them step by step; from the choice of the material and co-design phase to the testing process and simulation of the footwear in specific circumstances.", "permalink":"icis-top-100-chemical-companies-studio-test-achats-milano-design-week-tasse-secondo-anaip-e-xenia-thermoplastic-con-salewa", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/858421/Plastica+News+29+PlasticFinder.png/1f1b8026-ef57-4521-9d5a-397fc579c6c6?t=1631337537520", "date":"2021-09-11T00:00:00.000Z" } , { "id":"858046", "category":"", "title":"ITALY'S XENIA THERMOPLASTIC COMPOSITES USED IN THE NEW SALEWA MOUNTAIN BOOT", "description":"<p><strong>The new Salewa Ortles Couloir mountain boot uses Xenia thermoplastic composites</strong>. The toecap is constructed on a polymeric base supplied by the Italian company leader in the production of <strong><a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/notizie/content/read/alpla-acquires-packaging-manufacturer-wolf-plastics\">thermoplastic</a> composites reinforced carbon fibre</strong>. Salewa's boot will make its appearance in stores from Fall 2021. Weighing only 725 grams, the compact design provides the Ortles Couloir with more precision while climbing, both on rock and ice. The boot's frame has been brilliantly designed in carbon fibre in order to offer both lightness and support. Moreover, its hinged joint closure ensures greater comfort while walking and more grip while climbing.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>THERMOPLASTIC COMPOSITES FOR THE ORTLES COULOIR BOOT</h2> <p>\"The Ortles Couloir boot carries the name of its own theatre of operations: <strong>the Ortles Mountain. Boasting a height of 3.905 m, the Ortles is the highest peak of the Rhaetian Alps </strong>and it is well known for its very challenging trails,\" states the Xenia website. \"The processing of new generation carbon reinforced thermoplastic composites and the injection moulding process allow the standardization and realisation of structures with improved and optimized thickness, which would otherwise turn out to be very expensive and difficult to achieve through the traditional lamination process. Thermoplastic composites are, furthermore, easily and efficiently recyclable.\"</p> <p>&nbsp;</p> <h2>HIGH-QUALITY PERFORMING MATERIALS TO ENSURE A LONG-LASTING PERFORMANCE</h2> <p>\"This new boot was inspired by the Dolomite Mountains, our home, – explains<strong> William Starka</strong>, senior product manager of footwear &amp; equipment at Salewa – the absolute innovation in the alpine boots market is represented by its neat design, which allowed us to obtain great precision, total freedom of movement and an excellent stability for rock and ice climbing. <strong>To ensure a long-lasting performance, we selected durable and high-quality performing materials</strong>. The Ortles Couloir boot has brought the development of alpine boots into a completely new dimension\".</p> <p>&nbsp;</p> <h2>FROM THE SELECTION OF THE POLYMER TO A WELL-DEFINED PERCENTAGE OF CARBON FIBRE</h2> <p>\"Working with Salewa and its partners has represented a great and exciting challenge. <strong>We began by developing a specific customization process which led to the selection of the polymer and a well-defined percentage of carbon fibre</strong>. This tailor-made project made us so happy and pleased,\" adds <strong>Enrico Mancinetti</strong>, sales manager for Xenia Materials.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>NEW FOOTWEAR MATERIALS LAB PROJECT AT XENIA</h2> <p>To study and design the best applications of thermoplastic-based composites along with other outdoor footwear brands, X<strong>enia <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/notizie/content/read/really-proud-of-the-innovative-olympic-track-produced-by-mondo-group\">materials</a> has recently started theXenia Footwear Materials Lab project</strong> which offers a turnkey service to footwear industry companies and supports them step by step; from the choice of the material and co-design phase to the testing process and simulation of the footwear in specific circumstances.&nbsp;</p>", "permalink":"italy-s-xenia-thermoplastic-composites-used-in-the-new-salewa-mountain-boot", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/858028/XENIA+Salewa.png/afb9824b-e9bd-4c37-9397-ececbf0a5749?t=1631255081807", "date":"2021-09-10T00:00:00.000Z" } , { "id":"857800", "category":"", "title":"NO PLASTIC TAX, SÌ TASSA SULLE DISCARICHE: MA SERVONO DAVVERO IMPOSTE \"SOSTENIBILI\"?", "description":"<p>E se invece della <strong><a href=\"https://www.plasticfinder.it/news/content/read/plastic-tax-una-minaccia-che-incombe-sull-industria-alimentare\">plastic tax</a> </strong>ci si concentrasse su una <strong>tassa sulle discariche</strong>? È la riflessione di <strong>Luis Cediel Blanco</strong>, direttore generale dell'<a href=\"https://www.plastmagazine.it/spagna-no-alla-plastic-tax/\"><strong>Anaip</strong></a>, associazione spagnola dei produttori di plastica, che fa parte di&nbsp;EsPlasticos. Un cambio di rotta che sposterebbe il focus della tassazione su quei rifiuti che avrebbero potuto essere riciclati ma non lo sono stati.</p> <p>&nbsp;</p> <h2><strong>PLASTIC TAX? MEGLIO UN PIANO DI INCENTIVI</strong></h2> <p>Una proposta, quella spagnola, che va a incoraggiare <strong>riciclabilità e <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/uso-obbligatorio-di-plastica-per-costruire-strade-e-se-tutti-seguissero-l-esempio-del-governo-indiano-\">riciclo</a></strong>? Potrebbe. Ma sono davvero necessarie delle imposte \"sostenibili\" per promuovere buone pratiche e comportamenti virtuosi? Non sarebbe più opportuno un approccio costruttivo che preveda <strong>più incentivi</strong> per tutte quelle aziende che investono in innovazione e circolarità?</p>", "permalink":"no-plastic-tax-si-tassa-sulle-discariche-ma-servono-davvero-imposte-sostenibili-", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/857782/plastic-tax-tassa-plastica-plasticfinder-sostenibilit%C3%A0.jpg/c27402f5-2452-477e-a666-b56f74ffcd43?t=1631180976093", "date":"2021-09-09T00:00:00.000Z" } , { "id":"857448", "category":"", "title":"SOLO UN'AZIENDA ITALIANA TRA LE TOP100 DELL'INDUSTRIA CHIMICA: SU COSA PUNTARE PER FARE MEGLIO?", "description":"<p>Basf, Sinopec e Dow sul podio delle <strong>vendite dell'industria chimica</strong> nel 2020. È quanto rivela la classifica dei principali gruppi chimici a livello mondiale per fatturato elaborata dalla società di consulenza <strong>Icis</strong>.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>LA TOP100 DELLE GRANDI DELL'INDUSTRIA CHIMICA</h2> <p>Medaglia d'oro si riconferma la tedesca <strong>Basf</strong> con vendite pari a 72,3 miliardi di dollari nel 2020, in calo dello 0,3% rispetto all'anno precedente. Sul secondo gradino del podio&nbsp;la cinese <strong>Sinopec</strong> (57 miliardi di dollari, -28% rispetto al 2019). Medaglia di bronzo per la statunitense <strong>Dow </strong>(38,5 miliardi, -10% rispetto all'anno precedente). A determinare le principali contrazioni sulle vendite dell'industria chimica globale sono stati gli effetti del <a href=\"https://www.plasticfinder.it/en/web/guest/news/content/read/affrontare-l-emergenza-covid-senza-la-plastica-impossibile\">contesto pandemico</a>: quello delle commodities il settore più colpito.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>SOLO UN'ITALIANA IN CLASSIFICA</h2> <p>C'è <strong>solo un'italiana</strong> nella classica <strong><a href=\"https://s3.eu-west-1.amazonaws.com/icis.ada.website.live/wp-content/uploads/2021/09/07142347/ICB_030921_Top_100_Chemical_Companies_pt_1.pdf\">Icis Top 100 Chemical Companies</a></strong>: si tratta di Versalis, posizionata in settantesima posizione con un giro d'affari di 4,1 miliardi di dollari, in flessione del 18% rispetto al 2019. Su cosa puntare per aumentare il numero di aziende italiane tra le grandi dell'industria chimica?<br /> </p>", "permalink":"solo-un-azienda-italiana-tra-le-top100-dell-industria-chimica-su-cosa-puntare-per-fare-meglio-", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/857430/icis-top-100-Chemical-Companies-basf-versalis-.jpg/da20e659-8d4f-44d1-8c52-46772cdc3358?t=1631095046671", "date":"2021-09-08T00:00:00.000Z" } , { "id":"856143", "category":"", "title":"PLASTICA, CARTA, COTONE, JUTA… QUALE BORSA VINCE LA SFIDA DELLA SOSTENIBILITÀ?", "description":"<p>Trolley di ogni tipo, sacchetti di<strong> carta</strong>, di <strong>cotone</strong>, di <strong>juta</strong>… In fila alle casse dei supermercati si vedono persone che, in assoluta buona fede, si \"armano\" di contenitori di ogni tipo pur di evitare la plastica e <strong>impattare meno </strong>sull'ambiente. Poi però si scopre che queste scelte forse non sono così green come si credeva e che la<strong> plastica</strong>, ancora una volta, si dimostrerebbe una scelta migliore e meno inquinante.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>COTONE PIÙ&nbsp;IMPATTANTE DI JUTA E CARTA&nbsp;</h2> <p>Secondo i risultati di uno studio condotto dall'<strong>associazione dei consumatori belga Test-Achats</strong>, che ha considerato gli interi cicli di vita dei vari prodotti, l'utilizzo di metallo, plastica ed energia per produrre i carrelli/trolley richiede <strong>709 utilizzi </strong>per compensare l'impatto ambientale che provoca. La carta ne richiede <strong>otto</strong>. Con la juta si sale a <strong>36</strong>.&nbsp; Addirittura <strong>104 </strong>col cotone.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLASTICA SCELTA PIÙ&nbsp;GREEN</h2> <p>E per compensare l'impatto ambientale della <strong>plastica</strong>? Solo <strong>due impieghi</strong>, se si considera un sacchetto riutilizzabile in polietilene (LDPE). Addirittura uno soltanto se la plastica proviene da riciclo (rLDPE).</p> <p>Ogni tanto viene da pensare che uno dei grandi problemi&nbsp;della plastica sia il fatto che il suo <strong>\"ufficio stampa\" sia meno valido </strong>di quello di carta, cotone, juta, vetro... ✔</p> <p><a href=\"https://www.test-achats.be/maison-energie/environnement/news/empreinte-ecologique-sacs-courses\">GUARDA I DATI DELLA RICERCA DI TEST-ACHATS</a></p>", "permalink":"plastica-carta-cotone-juta-quale-borsa-vince-la-sfida-della-sostenibilita-", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/856125/spesa-plasticfinder.jpg/1f996313-5cd8-4414-8818-63d0574d90cb?t=1631006768704", "date":"2021-09-07T00:00:00.000Z" } , { "id":"854965", "category":"", "title":"FUORISALONE, TRA LE INIZIATIVE ANCHE LA CORSA PER RACCOGLIERE PLASTICA ABBANDONATA", "description":"<p>Dopo la pausa del 2020, a Milano è tornato il <strong>Salone del Mobile</strong> (anzi, il SuperSalone, come si chiama quest'anno) che sta riempiendo la città di eventi e occasioni d'incontro. Tra le iniziative collaterali, c'è da segnalare quella organizzata da <strong>DAAA Haus</strong>, uno studio di architettura internazionale che, proprio in occasione della in occasione della Milano Design Week, ha dato vita al <strong>FuorisalonePlogging</strong>.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>NOVE TAPPE FINO A PIAZZA GAE AULENTI</h2> <p>Si tratta di una corsa (ma ognuno può andare col passo che preferisce) tra le vie del design meneghino per <strong>raccogliere prodotti in plastica</strong> che, come sappiamo, si trovano fin troppo spesso dove non dovrebbero. La fine della corsa, della durata di nove tappe, sarà in Piazza Gae Aulenti: qui i partecipanti potranno consegnare tutta la plastica raccolta in modo da poterla <strong>smaltire nel modo corretto</strong>.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLOGGING? SIGNIFICA CORRERE E PULIRE&nbsp;</h2> <p>Il termine \"<strong>plogging</strong>\" richiama due concetti: il \"<strong>plocka upp</strong>\", nato in Svezia e che significa \"ripulire\", e il ben più popolare \"<strong>jogging</strong>\". Insomma, correre e pulire al tempo stesso, due attività che più sostenibili non si può.&nbsp;</p> <p>Si tratta di una bella iniziativa: chissà ogni persona <strong>quanta plastica riuscirà a raccogliere</strong>. Il livello di senso civico di una città si può giudicare anche così ✔</p> <p>&nbsp;</p> <p><a href=\"https://www.milanotoday.it/eventi/fuorisaloneplogging-2021.html\">LEGGI L'ARTICOLO DI MILANOTODAY</a></p>", "permalink":"fuorisalone-tra-le-iniziative-anche-la-corsa-per-raccogliere-plastica-abbandonata", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/854947/corsa-plasticfinder.jpg/a9d74673-6ef4-44a8-b327-54dedd15d78a?t=1630855395888", "date":"2021-09-06T00:00:00.000Z" } , { "id":"854923", "category":"", "title":"ALPLA E WOLF PLASTICS, FERRAGNI DOCET, ALLARME URAGANO IDA, PLASTIC TAX", "description":"<p>Plastica news della settimana, dal 30 agosto al 3 settembre 2021. Scopriamole insieme per tenerci aggiornati sul mercato della plastica. Scopriamolo insieme a PlasticFinder.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>COLPO DI MERCATO PER ALPLA: COMPRA WOLF PLASTICS E PROGRAMMA LO SVILUPPO IN EUROPA</h2> <p>Movimenti in corso nel mercato della plastica. Il produttore austriaco di imballaggi Alpla ha deciso di effettuare un'importante operazione senza \"allontanarsi\" troppo geograficamente: ha infatti acquisito Wolf Plastics (anch'essa austriaca). Alpla è un gigante del mercato, che può contare su 178 stabilimenti in 45 Paesi, nonché su tre impianti di riciclo PET e HDPE in Austria, Polonia e Spagna, e in joint-venture anche in Messico e Germania. I suoi addetti sono oltre 21mila.&nbsp; Con l'acquisto di Wolf Plastics, e dei suoi tre stabilimenti in Austria, Ungheria e Romania, Alpla potrà rafforzare – come sottolinea Polimerica sul suo sito – l'espansione delle attività in Europa centrale e sudorientale, concentrandosi in particolare nel segmento dei secchi e contenitori rigidi in plastica.&nbsp; L'estate non è soltanto tempo di calcio mercato. Bel colpo.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>FERRAGNI A CACCIA DI PLASTICA IN MARE: QUANTO VALE IL SUO ESEMPIO PER I GIOVANI?</h2> <p>\"Splendida&nbsp;<strong>Valentina Ferragni&nbsp;</strong>che ripulisci il mare di Capri dalla plastica, WE LOVE YOU\".&nbsp;<em>Cosmopolitan&nbsp;</em>ha pubblicato un articolo con un titolo carico di enfasi per raccontare le gesta della sorella meno nota di Chiara. «Lo spirito ecologista della più giovane delle sorelle Ferragni – si legge nel testo – è davvero ammirevole e&nbsp;<strong>ci fa sperare in un futuro migliore</strong>, soprattutto dopo che la 28enne ha deciso di lasciare lo yacht sul quale si trovava per salire a bordo di un piccolo kayak con il quale ha&nbsp;<strong>ripulito il mare dall'enorme quantità di plastica</strong>&nbsp;che galleggiava in superficie».&nbsp; Fa un po' sorridere leggere i toni trionfanti con cui un gesto nobile, ma almeno in teoria non straordinario, venga celebrato su una testata di livello&nbsp;nazionale. Tuttavia, una riflessione più attenta lascia spazio a un'altra considerazione: fa sorridere, ma è importante che venga fatto. Noi di PlasticFinder, e lo diciamo spesso, siamo convinti che i comportamenti individuali&nbsp;<strong>possano fare un enorme differenza</strong>. È allora&nbsp;centrale, soprattutto per i più giovani, che influencer più o meno noti diano il buon esempio in qualunque forma, perché anche&nbsp;<strong>una sola persona convinta a comportarsi in modo corretto</strong>&nbsp;è sempre un grande successo. E allora, viva l'enfasi e i toni trionfali se alla fine si raggiunge qualche risultato.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>L'URAGANO IDA RISCHIA DI INVESTIRE ANCHE IL MERCATO DELLE MATERIE PLASTICHE</h2> <p>L'<strong>uragano Ida</strong>&nbsp;che si è abbattuto lungo le coste della Louisiana potrebbe causare nuove tensioni sui mercati delle materie plastiche. L'area del Sud degli Stati Uniti fortemente colpita dalla tempesta ospita numerosi produttori di commodities plastiche, come PET, PVC e poliolefine, che stanno già facendo la conta dei danni.&nbsp; Dopo lo&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/en/web/guest/news/content/read/e-allarme-shortage-scarseggiano-le-materie-plastiche-cercale-su-plasticfinder-la-piattaforma-amazon-like-\">shortage</a>&nbsp;e il relativo aumento dei prezzi dei mesi scorsi, nuove criticità potrebbero impattare l'intero settore delle materie plastiche, a causa anche delle difficoltà logistiche negli approvvigionamenti di materie prime dall'Asia, come si legge su&nbsp;<a href=\"https://www.polimerica.it/articolo.asp?id=26409\">Polimerica</a>.&nbsp; In un momento complesso per tanti,&nbsp;<strong>PlasticFinder</strong>&nbsp;è sempre in prima linea per alimentare nuovi canali di approvvigionamento tra compounders internazionali. La piattaforma europea&nbsp;dedicata alla compravendita di materie plastiche è aperta 24 ore su 24 per mettere&nbsp;<strong>in vendita eccedenze</strong>&nbsp;e rimanenze di magazzino o per&nbsp;trovare&nbsp;<strong>nuove opportunità di acquisto</strong>&nbsp;di materie prime plastiche vergini o rigenerate.&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <h2>PLASTIC TAX? UNA MINACCIA CHE INCOMBE SULL'INDUSTRIA ALIMENTARE</h2> <p>Export da record e numeri in&nbsp;crescita registrati dal&nbsp;<strong>settore food&amp;beverage</strong>, nonostante la pandemia: è quanto sottolinea&nbsp;<strong>Ivano Vacondio</strong>, presidente di&nbsp;<a href=\"https://www.lastampa.it/economia/agricoltura/2021/08/31/news/export-da-record-ma-sugar-e-plastic-tax-minacciano-la-ripartenza-1.40652811\">Federalimentare</a>&nbsp;in occasione della fiera Cibus di Parma.&nbsp; Ma c'è il retro della medaglia.&nbsp;«A fronte di queste grandi opportunità - chiarisce Vacondio -&nbsp;<strong>alcune minacce</strong>, di portata nazionale e internazionale, incombono sull'industria alimentare a partire da sugar e&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/en/web/guest/news/content/read/plastic-tax-ufficiale-il-rinvio-al-2022-ma-e-davvero-una-tassa-utile-\">plastic tax</a>».&nbsp; Una tassa, quella sulla plastica, che «lungi dal risolvere il problema del riciclo - spiega il presidente di Federalimentare - farebbe solo aumentare i prezzi al consumo del 10% con punte fino al 60% su prodotti con basso valore aggiunto. Si tratta di&nbsp;<strong>balzelli&nbsp;</strong>che nulla hanno a che fare con la salute o la sostenibilità ma che, se approvati,&nbsp;<strong>ricadrebbero sulle spalle delle imprese</strong>&nbsp;prima e su quelle dei consumatori poi, con il solo obiettivo di fare cassa da parte dello Stato».</p> <p>&nbsp;</p> <h2>ALPLA ACQUIRES PACKAGING MANUFACTURER WOLF PLASTICS</h2> The<strong>&nbsp;ALPLA Group</strong>, the global packaging solutions and recycling specialist, is&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/benvic-group-acquires-chemres-and-enters-the-us-market\">purchasing</a>&nbsp;the&nbsp;<strong>Wolf Plastics Group</strong>&nbsp;to expand its product portfolio, and<strong>&nbsp;increase its growth potential in Central and South-Eastern Europe</strong>. \"In acquiring all the shares in the packaging manufacturer Wolf Plastics Group&nbsp;<strong>based in Kammern, Austria</strong>, ALPLA intends to use the company's expertise, in particular in the manufacture of plastic buckets and canisters, to expand its product portfolio. With its three production facilities in Austria, Hungary and Romania, Wolf Plastics is the market leader in its line of business in Central and South-Eastern Europe,\" writes the company on its website. The company Wolf Plastics&nbsp;<strong>was founded in Kammern in the Austrian federal state of Styria in 1973</strong>. It supplies SMEs and international key accounts in the construction, chemical and food industries with buckets, canisters and bottles. It currently has a workforce of approximately<strong>&nbsp;210 employees&nbsp;</strong>across its three sites in Kammern, in Fertőszentmiklós (Hungary) and near Bucharest (Romania). The product range consists of around<strong>&nbsp;400 products</strong>. \"Wolf Plastics has decades of experience in product areas in which we want to&nbsp;<a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/caronte-acquisisce-plastmeccanica-nasce-primo-polo-italiano-del-contenitore-ad-alta-resistenza\">increase</a>&nbsp;our representation in order to expand our portfolio and grow in Central and South-Eastern Europe,\" says&nbsp;<strong>ALPLA CEO Philipp Lehner</strong>.&nbsp;<strong>ALPLA Regional Manager CEE Rainer Widmar&nbsp;</strong>adds: \"Sustainability is becoming more and more important in the market segments covered by Wolf Plastics too. This is precisely where we at ALPLA can apply our expertise and our market position.\"", "permalink":"alpla-e-wolf-plastics-ferragni-docet-allarme-uragano-ida-plastic-tax", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/854905/Plastica+News+28+PlasticFider+-+September+4%2C+2021.png/cc16a3e4-ccc8-49a0-91ab-5996e7b9efb2?t=1630697417000", "date":"2021-09-04T00:00:00.000Z" } , { "id":"854785", "category":"", "title":"ALPLA ACQUIRES PACKAGING MANUFACTURER WOLF PLASTICS", "description":"<p>The<strong> ALPLA Group</strong>, the global packaging solutions and recycling specialist, is <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/benvic-group-acquires-chemres-and-enters-the-us-market\">purchasing</a> the <strong>Wolf Plastics Group</strong> to expand its product portfolio, and<strong> increase its growth potential in Central and South-Eastern Europe</strong>. \"In acquiring all the shares in the packaging manufacturer Wolf Plastics Group <strong>based in Kammern, Austria</strong>, ALPLA intends to use the company's expertise, in particular in the manufacture of plastic buckets and canisters, to expand its product portfolio. With its three production facilities in Austria, Hungary and Romania, Wolf Plastics is the market leader in its line of business in Central and South-Eastern Europe,\" writes the company on its website.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>ESTABLISHED IN 1973, WOLF PLASTICS HAS 210 EMPLOYEES</h2> <p>The company Wolf Plastics <strong>was founded in Kammern in the Austrian federal state of Styria in 1973</strong>. It supplies SMEs and international key accounts in the construction, chemical and food industries with buckets, canisters and bottles. It currently has a workforce of approximately<strong> 210 employees </strong>across its three sites in Kammern, in Fertőszentmiklós (Hungary) and near Bucharest (Romania). The product range consists of around<strong> 400 products</strong>.</p> <p>&nbsp;</p> <h2>READY TO EXPAND ITS PORTFOLIO IN CENTRAL AND SOUTH-EASTERN EUROPE</h2> <p>\"Wolf Plastics has decades of experience in product areas in which we want to <a href=\"https://www.plasticfinder.it/web/guest/news/content/read/caronte-acquisisce-plastmeccanica-nasce-primo-polo-italiano-del-contenitore-ad-alta-resistenza\">increase</a> our representation in order to expand our portfolio and grow in Central and South-Eastern Europe,\" says <strong>ALPLA CEO Philipp Lehner</strong>. <strong>ALPLA Regional Manager CEE Rainer Widmar </strong>adds: \"Sustainability is becoming more and more important in the market segments covered by Wolf Plastics too. This is precisely where we at ALPLA can apply our expertise and our market position.\"</p>", "permalink":"alpla-acquires-packaging-manufacturer-wolf-plastics", "imageUrl":"https://www.plasticfinder.it//documents/10181/854767/Alpla+Group.png/d69d22fc-172c-47c3-a7ec-502aef2a0d83?t=1630648988909", "date":"2021-09-03T00:00:00.000Z" } ]